LibreOffice WASM: LO sbarca su Browser grazie ad un WebAssembly-Port

sharing-caring-1

Il team di LibreOffice sta lavorando a un porting basato su WebAssembly (WASM) in modo da portare la suite per l’ufficio sui browser. Attualmente non ci sono date di rilascio certe ma sappiamo che gli sviluppatori sperano di distribuire una demo funzionante entro l’estate di quest’anno. “È la direzione che sta prendendo tutta l’industria”, ha affermato Thorsten Behrens, membro del consiglio di The Document Foundation.

Una versione per browser in realtà esiste già, in due varianti: LibreOffice Online (LOOL) oppure la variante commerciale di LibreOffice, Collabora Online. The Document Foundation ha affermato che “non prevede di sviluppare e finanziare una soluzione cloud simile ai prodotti esistenti targati Google e Microsoft” perché “non è in linea con la mission originale del progetto”.

I progressi su LibreOffice WASM

Le fondamenta del progetto LibreOffice WASM sono state poste nel 2015 e gli sviluppatori hanno condiviso i progressi durante la conferenza FOSDEM 2021 tenutasi lo scorso fine settimana. Behrens ha osservato che nel 2015 la tecnologia per portare la suite per ufficio nel browser era molto giovane.

Ora sembra che le stelle siano allineate. Non manca davvero più nulla, anche il supporto per il threading è quasi pronto.

Confrontando LibreOffice Online con il port in sviluppo possiamo delineare alcuni pro e contro. Behrens ha fatto notare che mentre LOOL si basa su HTML5 e richiede tutte le interazioni (es: rendering) al server la versione WASM delegherà più lavoro al client e risolverà il problema del ridimensionamento. Il codice lato client è leggero e il documento risiede sul server, il che è positivo per la sicurezza e soprattutto per lavorare in modo collaborativo su un documento. Gli svantaggi? Non esiste una modalità offline, ed è relativamente costoso da hostare.

Qt Mandelbrot demo compilata con il build system gbuild di LibreOffice.

Mentre gli sviluppatori stanno facendo buoni progressi The Document Foundation ha cercato di smorzare gli entusiasmi, sottolinenado che il porting per WebAssembly è attualmente sviluppato in modo indipendente da un’organizzazione che è un membro dell’ecosistema ma non è stato ancora approvato per essere incluso nella roadmap ufficiale. Non so se Wasm sia il futuro ma il successo di questo progetto potrebbe diventare molto importante per LibreOffice. Trovate ulteriori dettagli qui.

Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo LibreOffice WASM: LO sbarca su Browser grazie ad un WebAssembly-Port sembra essere il primo su Linux Freedom.

Leave a Reply