Purtroppo, al momento non è chiaro né a quale modello specifico si riferisca, né se sia davvero autentica; non si scorgono infatti dettagli utili a saggiarne l’autenticità o verificarne le caratteristiche. L’unica peculiarità che si vede a colpo d’occhio è una forma più slanciata e affusolata rispetto al design molto compatto delle schede logiche delle ultime generazioni.

Inoltre, a giudicare dalle scrittine in piccolo, sembrerebbe che sia stata prodotta la 40esima settimana del 2019, dunque lo scorso ottobre.

Se però fosse davvero la logica di iPhone 12, vorrebbe dire che Samsung continua a restate saldamente il fornitore delle memorie flash di iPhone, il che è molto interessante considerato che Cupertino abbandonerà i 64GB per adottare i