Build 2020, Windows: Microsoft annuncia il nuovo Terminale open source

sharing-caring-1

Microsoft sempre più attiva nel mondo dell’open source. Dopo le parole del presidente Brad Smith che segnano una definitiva svolta e la nostra panoramica pubblicata stamattina circa le novità in arrivo con WSL2 annunciate durante la Build 2020 ora andiamo un po’ più nel dettaglio. Tramite il devblog ufficiale la casa di Redmond ha annunciato la release 1.0 del Windows terminal.

Build 2020: arriva Windows Terminal 1.0

Chiariamolo subito, a meno che non applichiate in maniera pedissequa i dettami della Free Software Foundation ed abbiate una foto di RMS incorniciata sul pianoforte, è molto complicato non avere a che fare con aziende come Microsoft. L’utilizzo dei moderni applicativi web, di uno smartphone o della tv da 60 pollici che avete nel salotto, presuppone l’implicita accettazione di alcuni compromessi. Quindi, se un certo tipo di azienda si avvicina al mondo open source, può essere considerato solo un fatto positivo. Ed è inutile ostinarsi a vivere nel passato…

Windows Terminal è un programma open source rilasciato per Windows 10. Annunciato lo scorso anno, è giunto alla versione 1.0, e verrà distribuito con aggiornamenti mensili, a partire dal mese di luglio 2020.

Personalizzazione, schede e riquadri

Grande importanza viene data alla possibilità di customizzare l’aspetto del terminale. È possibile, ad esempio, impostare un’immagine di background, font o schema di colori custom. Qualsiasi operazione può essere eseguita all’interno di schede e riquadri. Si possono, inoltre, creare dei profili per ciascuna delle applicazioni da riga di comando e aprirli fianco a fianco, per un flusso di lavoro continuo. Il terminale, inoltre, creerà automaticamente profili, nel caso in cui trovasse sul pc distribuzioni installate tramite WSL.

GPU Accelerated Rendering

L’esperienza complessiva di utilizzo della CLI è ora più veloce. Questo risultato è stato raggiunto tramite l’implementazione dell’accelerazione grafica, per effettuare i rendering testuali. Aggiunto anche il supporto per Unicode e UTF-8, quindi anche per le emoji. Di default, il font utilizzato è Cascadia Mono, di cui potete leggere qui.
Microsoft ha tenuto a precisare che, molte delle nuove funzionalità, sono state introdotte grazie all’aiuto della community su GitHub. Cita ad esempio lo sviluppatore Summon528, per quanto concerne l’implementazione dei background personalizzati. Sul devblog è stata stilata anche una classifica dei contributor più attivi.

Chi volesse partecipare attivamente al progetto, può visionare la sezione “help wanted” del repository github. Inoltre, è stata pubblicata una utile guida. La prossima release della versione preview del terminale è prevista per il prossimo giugno.

Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo Build 2020, Windows: Microsoft annuncia il nuovo Terminale open source sembra essere il primo su Linux Freedom.

Leave a Reply