Windows 7 va in pensione: ecco le migliori distro GNU/Linux per sostituirlo

ubuntu 19.10 eoan ermine

Windows 7 è stato rilasciato oltre 10 anni fa. L’arrivo del successore di Vista, uno dei sistemi operativi peggio riusciti a Microsoft, è datato 2009. Ad oggi si stima che oltre 1 miliardo di computer abbiano ancora a bordo Seven. Il suo market share è molto elevato, pari a circa il 33% delle installazioni di Windows.

Possiamo dire con certezza che Windows 7 è forse la versione di Windows meglio riuscita alla casa di Redmond… tutto però ha una sua fine e la fine di 7 è datata 14 gennaio 2020. Da oggi infatti l’OS va in pensione e non sarà più supportato: non verranno prodotte patch nè aggiornamenti. Solo le aziende che aderiranno all’ESU (Extended Security Updates) possono godere di altri 3 anni di supporto. Il prezzo dell’ESU cresce anno dopo anno.

Starting today if your computer is running Windows 7, you and your computer are at risk. #Windows7 #Microsoft pic.twitter.com/qAcYs17LFH

— Tyler Mobarry (@TyMoTech) January 14, 2020

Chiaramente continuare ad usare Seven è possibile… ma si espongono i propri dati a rischi evitabili. Secondo le previsioni di Veritas Technologies, società di cybersicurezza, il pericolo principale è rappresentato dai ransomware, quei software malevoli (malware) che sono in grado di limitare l’accesso ai computer e che costringono al pagamento di un riscatto per il loro sblocco.

Ovviamente è possibile aggiornare a Windows 10 mediante l’apposito installation tool. Altrimenti è possibile passare a Linux che non solo garantisce la sicurezza di dati e app ma anche il pieno controllo del sistema. Ci sono tante distribuzioni che possono fare le veci di Windows 7, queste sono quelle che ho selezionato per voi.

Ubuntu 19.10 / Ubuntu 20.04 Focal Fossa

Ubuntu 19.10 è disponibile da pochi mesi, mentre Ubuntu 20.04 arriverà ad aprile. Difficile non nominare Ubuntu, la distro GNU/Linux più popolare e usata a livello mondiale. Sicuramente non cerca di emulare Windows ma ha dalla sua solidità e l’esperienza degli sviluppatori di Canonical. Ubuntu 19.04 è in EOL da pochi giorni mentre 19.10 Eoan Ermine lo sarà tra pochi mesi. Un ipotetico passaggio da Windows 7 a Ubuntu oggi significa aggiornare di nuovo il sistema operativo tra pochi mesi… a meno che si opti per Ubuntu 18.04.3 che è l’ultima LTS di Ubuntu disponibile. Sicuramente se si passa da Seven ad Ubuntu non si sbaglia.

elementary OS 5.1

Devo ammetterlo, sono di parte. Sì perchè elementary OS mi piace tantissimo. Si tratta di un’alternativa a Windows e macOS che si caratterizza per l’estrema velocità e per la bellezza della UI. E’ completamente open source e pone molta attenzione alla privacy degli utenti.

Hera è un aggiornamento disponibile da dicembre che arriva dopo oltre un anno di sviluppo: introduce migliorie e nuove funzionalità oltre a componenti aggiornati, un nuovo artwork e il supporto per Flatpak. Le Flatpak apps possono essere installate direttamente dall’AppCenter del sistema operativo. Per gestire il caso in cui un’app fosse disponibile per il download da più fonti (es: AppCenter, repo, Flatpak) è stato predisposto un drop down menu che permette di selezionare la fonte preferita.
Vanta un bel set di app pre-installate di default: software per riprodurre la musica preferita, mandare e-mail, gestire i propri impegni, navigare in rete, etc. Facile da usare, ben fatta, veloce: assolutamente perfetta per chi arriva da Windows.
Per ulteriori dettagli vi rimando al sito ufficiale.

Deepin Linux

Mai sentito parlare di Deepin? Stiamo parlando di una distro matura con un ecosistema consolidato (desktop, custom apps, etc) che le permette di emergere nel panorama delle svariate distro GNU/Linux. L’ultima release è Deepin 15.11 che è disponibile da quest’estate.

Ci sono tantissime distribuzioni Linux tra cui poter scegliere ma poche sono belle come Deepin. Anche se non la uso regolarmente, non posso non riconoscerne l’ottima fattura. Deepin è anche sinonimo di polemiche: alcune persone si rifiutano di usarla perché la distribuzione è cinese. Di recente il CEO e il Dev Manager hanno rilasciato un’intervista per rimandare al mittente tutte le accuse.

Come elementary OS anche Deepin ha le carte in regola per rimpiazzare Windows: una UI ben fatta e moderna, buone performance e un ampio set di applicazioni pre-installate. Per ulteriori dettaglis su Deepin, qui trovate il sito ufficiale.

Linux Mint 19.3 Tricia

linux mint 19.3 tricia

Non potevo esimermi dal nominare Linux Mint. Probabilmente la distro più raccomandata per chi vuole passare a Linux da Windows. Il desktop è assolutamente simile a quello di 7. L’interfaccia è familiare, ciò abbassa la curva di apprendimento a favore degli utenti meno smaliziati. Mint non è un clone di Windows, è molto di più, però ci assomiglia molto. Il menu nell’angolo in basso a sinistra richiama molto lo start di Windows così come il task switcher della sys tray. alt + tab permette di passare da una finestra all’altra ed è possibile andare a disporre le icone sul desktop.

Linux Mint 19.3 “Tricia” è l’ultima release disponibile di Mint. Si basa su Ubuntu 18.04.3 Bionic Beaver ed è la terza point release di Linux Mint 19: introduce componenti aggiornati, una nuova versione del kernel e alcune piccole ma interessanti novità.

Altre distro

Non siete soddisfatti? Proprio ieri è stato annunciato Linux Lite 4.8, distro che punta ad attrarre gli utenti che scappano da Windows 7. Altrimenti si può optare per la stabilità di Fedora 31 o di Debian 10.2 Buster.

Qual è la vostra preferita?

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram e sulla nostra pagina Facebook. Inoltre è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo! Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo Windows 7 va in pensione: ecco le migliori distro GNU/Linux per sostituirlo sembra essere il primo su Linux Freedom.

Leave a Reply