La vulnerabilità di sicurezza a cui ci riferiamo è stata resa pubblica nei giorni scorsi, ma non abbiamo idea di quanto tempo sia rimasta lì, né sappiamo quanti utenti sono stati oggetto di attacco. Quel che è certo è che la minaccia -corretta mercoledì scorso 8 gennaio 2020 con l’introduzione di Firefox 72.0.1- è tutt’ora presente sul Web. Chi è fermo alle vecchie build, pertanto, vi è ancora soggetto:

Informazioni di alias errate nel compilatore IonMonkey JIT per impostare array di elementi potrebbe portare ad un “type confusion.” Siamo a conoscenza di attacchi mirati che sfruttano questa falla.

Senza entrare troppo nel tecnico, quel che dovete sapere è che un malintenzionato potrebbe utilizzare questa vulnerabilità per prendere il controllo dell’intero sistema, e la cosa vale per i computer Windows, Linux e Mac. Dunque, aggiornate immediatamente a Firefox 72.0.1 che potete