DxOMark ha condotto una serie di test approfonditi su 31 nuovi smartphone, confrontando tra loro la qualità degli scatti fotografici e delle registrazioni video. È emerso così che, dal punto di vista della fotografia statica, il migliore di tutti è il Mi CC9 Pro Premium Edition di Xiaomi assieme al Huawei Mate 30 Pro, entrambi con 121 punti, seguiti da iPhone 11 Pro Max con 117 punti, pari merito col Samsung Galaxy Note 10+ 5G.

Sul fronte dei video, tuttavia, iPhone 11 Pro Max batte tutti, posizionandosi in prima posizione sul podio:

Gli smartphone moderni sono capaci di registrare video ad alta qualità e alta risoluzione, e con un punteggio di 102, il cavallo di battaglia di Apple, iPhone 11 Pro Max, è il migliore di tutti.

È uno dei pochi smartphone capaci di effettuare registrazioni HDR che permettono di raggiungere una gamma dinamica molto ampia; le registrazioni di Apple mostrano un elevato dettaglio di luci e ombre anche in condizioni di contrasto difficili. Per di più, l’esposizione è generalmente buona nella maggior parte delle condizioni. Il girato dell’iPhone infine mostra un rendering dei colori molto gradevole, e solo a tratti piccole instabilità di bilanciamento del bianco negli ambienti interni.

Il dettaglio è sempre eccellente, in particolar modo nel 4K, e il rumore dell’immagine è sempre tenuto a bada, soprattutto in condizioni di elevata luminosità. Menzione speciale poi per l’autofocus, che mantiene sempre un punto di fuoco ben calibrato, e per il sistema di stabilizzazione ottica molto efficace nel ridurre vibrazioni e sussulti.

La scaletta dei vincitori per quanto concerne i video è dunque la seguente:

  • iPhone 11 Pro Max – 102 punti
  • Xiaomi Mi CC9 Pro Premium Edition – 102 punti
  • Google Pixel 4 – 101 punti
  • Samsung Galaxy Note 10+ 5G – 101 punti
  • Samsung Galaxy S10 5G – 100 punti

iPhone 11 Pro Max, con la sua spettacolare fotocamera, può essere acquistato su Amazon a prezzi lievemente più convenienti rispetto al listino ufficiale di Apple. Ecco le migliori offerte del momento: