Dapprima Apple si era sbilanciata dicendo che la sua nuova workstation sarebbe arrivata a settembre, assieme al display e agli accessori; poi, però, con una modifica online un po’ alla chetichella il “coming in September” si è trasformato in un più generico “Coming This Fall” ovvero: arriva in autunno.

Forse sul sito Web statunitense hanno peccato d’ottimismo, o forse c’è stata una incomprensione tra i reparti di Cupertino. Fatto sta che al momento non è dato sapere di più. Anzi, se andate a dare un’occhiata alla localizzazione italiana, francese o inglese del Mac Pro, campeggia ancora la livrea nera del vecchio modello.

Insomma, non è detto che in Europa le tempistiche siano paragonabili agli USA. Potremmo subire slittamenti imprevisti, e ciò spiegherebbe per quale ragione qui da noi la mela non si sbottona.

Chissà dunque quando i nostri professionisti potranno mettere mano sulla potenza dei processore Intel Xeon a 28 core, del 1,5 GB di RAM, dei 4GB di SSD e della AMD Radeon Pro Vega II Duo con 64GB di memoria HBM2; oppure dei 6K con wide color gamut, contrasto di 1,000,000:1 e supporto ai colori reali a 10-bit del monitor a 32″ Pro Display XDR. Aggiorneremo il post non appena ci saranno novità.